Batteria Corrado Boggio

Batteria Boggio Fortino

Batteria Corrado Boggio fortino pula sardegna
torre di avvistamento coltellazzo

La storia difesa anni 40

Cagliari per la sua posizione strategica costituiva nonchè la stazione aereo-navale più importante del mediterraneo, difatti per questa ragione Cagliari possiede una lunga storia difensiva di oltre otto secoli che va dal periodo dei Giudacati sino alla seconda guerra mondiale. Tuttavia rimangono oggi numerosi fortificazioni militari tra cui castelli, torri costiere, fortini, per esempio batteria Corrado boggio postazioni telematiche e stazioni di tiro.

Batteria Corrado Boggio fortino pula sardegna
torre di coltellazzo di avvistamento da batteria corrado boggio

Il loro compito

 il loro compito era di sorvegliare i movimenti navali britannici fra Gibilterra e Malta. per questa ragione Il sistema difensivo cagliaritano, organizzato dalla Regia Marina nella metà degli Anni Trenta,  comprendeva una estesa rete di Stazioni di avvistamento e 12 batterie in postazione fissa ripartite in tre gruppi operativi. Conseguentemente Le prime ad essere allestite furono le batterie del “Fronte a Mare” (F.A.M.), comprendente tre opere antinave di medio calibro armate con cannoni scudati da 152/50. Si trattava di artiglierie abbastanza recenti, modello A.1918, aventi una gittata  di 18 km, con questo obbiettivo le installazioni erano contraddistinte da un nome proprio alfa-numerico: Corrado Boggio ( C-146)Roberto Prunas,(C-135) e Carlo Faldi( C-165) , ed ubicate rispettivamente a Capo Pula, Capo S.Elia e torre Mortorio. 

Batteria protezione dagli attacchi navali

Corrado Boggio (C-146)

Così che Il compito di queste batterie non solo era proteggere il porto navale ma anche la batteria boggio . La batteria ( C-135) non solo difendeva il porto e la base navale, ma soprattutto aveva il compito della protezione della postazione Corrado Prunas , essendo il punto focale del dispositivo antinave del golfo le cui artiglierie, nel caso in cui ci fosse un attacco dal mare, dovevano incrociare il tiro con quelle della Boggio (C-146) e della Faldi (C-165) .

Postazione Batteria Boggio

Batteria corrado Boggio fortino pula sardegna

Ad ogni modo, per quanto riguarda la sua postazione in particolare, in alto sul promontorio, L’impianto della batteria boggio si caratterizza per la presenza di piazzole circolari posizionate e mimetizzate con la roccia locale fornite di uno spesso basamento in calcestruzzo munito di perni per l’ancoraggio dei cannoni.

Batteria Boggio fortino pula sardegna piazzole ancoramento cannoni
piazzole ancoramento cannoni batteria corrado boggio

Le munizioni

Le munizioni nella Batteria Boggio erano accantonate nei vani rettangolari protetti da portelloni metallici, ma un rilevante quantitativo di colpi era alloggiato nelle riservette ricavate lungo le pareti dei bunker che collegano le piazzole tra loro.

Batteria Corrado Boggio vani per munizioni
Batteria Corrado Boggio

inoltre venivano trasportate le munizioni verso le torrette di avvistamento con dei carrelli infatti, sono presenti ancora oggi i binari come illustrati sotto

naturalmente essendo una zona sotto la responsabilità della Regina Marina contro appunto le invasioni britanniche tutta la zona era recintata da filo spinato sistemato con dei paletti in ferro lavorato.

dav

per poter raggiungere Batteria Boggio o Parco Santa Vittoria. bisogna percorrere tutto il viale Nora arrivando da Pula, oltrepassata la stazione della marina militare e raggiunta la prima rotonda, svoltate a sinistra come da immagine.

condividi e seguici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *