Piante Aromatiche della Sardegna

Piante Aromatiche

piante aromatiche della Sardegna
piante aromatiche

La Sardegna, è rinomata per la nostra macchia mediterranea, dove è presente grossa varietà di piante aromatiche e terapeutiche

Sono presenti in essa oltre duecento specie; Possiamo in questo articolo citarne alcune, tra le più rinomate e usate in diversi ambiti. tra le piante aromatiche più diffuse in Sardegna troviamo : il mirto, il rosmarino, il cappero, il cisto il lentischio .

IL CAPPERO

cappero in fiore

In Sardegna è possibile trovarlo nei cespugli rigogliosi che crescono sulle pareti rocciose e nei luoghi umidi, nel periodo tra maggio e giugno. La pianta fiorisce con dei fiori bianchi da un aspetto caratteristico. Per di più questa pianta è molto utile per prevenire le vene varicose. Inoltre i boccioli vengono raccolti e conservati sotto sale o sotto aceto utilizzati infine come condimento in cucina.

piante tipiche

Alloro

Alloro

L’alloro è molto utilizzato per accompagnare i piatti a base di carne, ma anche per accompagnare le anguille arrosto e per la conservazione dei pomodori secchi, ugualmente anch’essa è una pianta spontanea che si può facilmente trovare nelle campagne sarde, ricco di vitamine A,B,C e di sali minerali; Per di più è un antiossidante e un antisettico, aiuta a rafforzare il sistema immunitario, ancor di più viene utilizzato come digestivo, buon rimedio contro le intossicazioni alimentari e grazie alle sue proprietà espettoranti aiuta a combattere i sintomi influenzali.

CISTO

Il cisto, conosciuto anche con il nome di “murdegu” si presenta con arbusti sempreverdi e alto 30-120 cm ed è molto diffusa. La sua particolartà è legata alla diffusione dei funghi che crescono nei cisteti, tra cui il leccinum corsicum noto me ” cordolinu de murdegu”, molto apprezzato e commecializzato nei mercati e dai raccoglitori locali.

LENTISCO

lentisco

La pianta del lentisco varia dai 3 ai 4 metri, il frutto è tondeggiante come una piccola sfera di colore rosso. Fiorisce da marzo ad aprile ed è molto diffusa in Sardegna, non solo le foglie ricche di tannino un tempo impiegate per la concia delle pelli e ancora, si usava in antichità quando si preparava il pane in casa, costruire delle scope con gli arbusti e foglie di lentisco per ripulire i forni a legna da conferire così fragranza durante la cottura e un buon sapore al pane. Per non parlare del legno ottimo da ardere ma usato perper produrre dell’ottimo carbone vegetale.

bacche di lentisco

dalle bacche si ricava un olio molto aromatico, usato come olio da cucina, quando non ci si poteva approvvigionare dell’olio di oliva.

PIANTE AROMATICHE E MEDICHE

ROSMARINO

rosmarino

E’ forse il più conosciuto, dagli arbusti sempre verdi dal fusto legnoso e contorto. Il nome deriva dal latino (ROS- MARINUS o meglio, RUGGIADA DI MARE). è tipico in cucina per gli arrosti, rende più digeribile le pietanze infatti stimola la bile e il fegato.

Ancora di più il decotto di foglie viene consigliato per mantenere i denti sani e bianchi e ancora utilizzato per impacchi in caso di contusioni o per lavaggi dei capelli grassi e fragili. Per altri dettagli guarda qui

MIRTO

mirto

Conosciuto soprattutto per le sue bacche commestibili, il mirto è una pianta aromatica simbolo della Sardegna e ricco di proprietà terapeutiche. Le bacche, tonde, di piccole dimensioni e di colore nero-bluastro, costituiscono i frutti commestibili del mirto. La loro maturazione avviene in autunno inoltrato e può prolungarsi fino a gennaio. Rappresentano le parti più utilizzate di questa pianta. Il Myrtus communis è l’unica specie diffusa nella nostra penisola. Tutte le parti della pianta, inclusi fiori e frutti, sono molto aromatiche. Ha un aspetto piacevole e una notevole fioritura per cui viene adoperata anche come a scopo ornamentale.

condividi e seguici: