Festa di Sant’Efisio

365° Sagra

L’AMORE E LA FEDE NON CONOSCONO OSTACOLI, I SARDI SI STRINGONO ANCORA UNA VOLTA ATTORNO AL LORO SALVATORE VENUTO DA MOLTO LONTANO

La Festa di Sant’Efisio, è molto sentita in tutta la Sardegna. Anche quest’anno come l’anno scorso, la festa sarà ridotta a causa delle restrizioni Covid-19.

Ma ciò non fermerà il cuore dei fedeli che con devozione aspettano con ansia Efisio così come ogni anno si spendevano giorni e giorni nei preparativi per continuare a pregarlo finché interceda ancora per la liberazione della pandemia come liberò nel 1657 la Sardegna dalla peste.

L’ATTESA E I PREPARATIVI

Sagra Sant'efiso
s'arramadura per la sagra

In particolare, l’infiorata (S’ARRAMADURA) nelle strade, la cura e abbellimento nelle strade con festose bandierine

strada principale a pula sant'Efisio
preparativi festa di Sant'efisio
sagra di sant'efisio a Pula
lungo le strade del paese festa di Sant'Efisio

Anche quest’anno si è preso atto di come il protrarsi della situazione di emergenza epidemiologica per le particolari modalità di svolgimento delle celebrazioni per ridurre il più possibile la diffusione del contagio. Con divieti di assembramento e distanziamento.

processione festa Sant'Efisio

A differenza della consueta sagra, il Santo verrà vestito con un fiocco nero di lutto per ricordare le tante vittime di Covid.

le celebrazioni della sagra di Sant’Efisio si terranno il 1° maggio in cui avrà luogo l’investitura dell’Alter Nos dopodiché avrà luogo la funzione religiosa, a seguire avverrà il trasferimento tecnico del Simulacro a bordo di un mezzo scoperto militare.

come successe nella processione del lontano 1943 in una spettrale Cagliari distrutta dalle bombe.

Il Simulacro sfilò su un camioncino, ma neanche la guerra fu capace a interrompere la grandissima devozione dei Cagliaritani e la tradizione del pellegrinaggio da Stampace a Nora.

Questa è la preghiera recitata dal Santo prima del suo martirio:

<<Ti prego , Signore, di proteggere la città di Cagliari dall’invasione dei nemici. Fa che il suo
popolo abbandoni il culto degli Dei, respinga gli inganni del Demonio e riconosca in te, Gesù Cristo Nostro Signore, quale unico vero Dio. Fa che i malati che pregheranno sul luogo della mia sepoltura possano recuperare la salute, e chiunque si trovi in pericolo nel mare o minacciato dagli invasori, tormentato dalla fame o dalla peste, dopo aver invocato me, Tuo servo, possa essere condotto in salvo>>

festa di Sant'efisio

LIBERAI NOSUS DE MALI EFIS MARTIRI GLORIOSU

festa Sant'Efisio pula
condividi e seguici:

PANE PASQUALE

IS ANGULIASA DE PASCA

Is anguliasa de  Pasqua tradizionalmente è un pane molto particolare ed elaborato, buono in quanto viene integrato il lievito madre, di varie forme, le più comuni sono: il pulcino, , la pavoncella, piccoli cestini con intagli a forma di frutta o floreali

is angulieddasa de Pasca - coccoi pintau

Un’importante tradizione artigianale quella del pane in Sardegna, una vera e propria maestria artistica accompagnata in particolare dalla fantasia delle massaie e dagli strumenti giusti per decorarli.

anguliedda cun s'ou
accessori per decorare is angulieddasa
mde

IL SUO SIGNIFICATO

S’anguliasa oltre a essere un pane molto lavorato si presenta pure con un uovo sodo al centro, per la ricorrenza della Pasqua donare un uovo è un gesto di antiche origini, puramente simbolico, per i bambini in sostituzione dell’attuale uovo di Pasqua al cioccolato; Infatti in alcuni paesi lo chiamano appunto “sa pippia cun s’ou ” che significa ” la bambina con l’uovo ” non solo, per questo tipo di pane i bambini ne vanno ghiotti in quanto si presenta come una pasta dura con all’interno una mollica morbida e gustosa.

is angulieddasa de Pasca-cestino Pasquale

LA PASTA PER IS ANGULIASA DE PASCA

L’impasto è composto soltanto da semola farina sale ed infine il lievito madre, viene prima lavorato a mano, lasciato riposare. Dopodiché si iniziano a creare i pani Pasquali.

condividi e seguici: